Tilicho Peak: Si Rientra

Tilicho Peak: Si Rientra

Si rientra… è finita questa carica esperienza nella terra che mi è entrata nell’anima, il Nepal.
Come ormai è risaputo il meteo ha detto no alla conquista dei 7.134 metri del Tilicho Peak, ma io sono ugualmente sinceramente felice per l’intensità di quanto ho vissuto. In Agnese Rogos (Aga) eccellente e saggia anima viaggiante, ho trovato una straordinaria compagna di spedizione, che dopo quanto abbiamo vissuto, possiamo guardarci negli occhi e viaggiare con la libertà che solo chi osa può avere.
Sono un maledetto curioso, e nel girovagare ho trovato la piccola scuola secondaria Shreee nel villaggio di Basa Khali che va aiutata e so che molte Aziende di Miei Amici come la mia Master Group Tour Operator non vedono l’ora di poter donare a questi bambini un futuro migliore.

Ho discusso con i Miei Cari, Francesco, Valentina, Elisa, Elena, Giovannino, Mamma Antonella e Papà Jonny e mi sono ritrovato coraggiosi sostenitori anche se, molte volte, gli occhi dell’ultimo non davano lo stesso risultato delle parole, ma ci può stare.

Grazie e scusa a mio fratello Vincenzo Fondacaro. Grazie per aver tenuto saldo il campo base Italiano ed aver risolto tutti i problemi nati quest’anno, scusa se al tuo gioiello Ludovica non sono riuscito a dedicare la vetta.

Grazie alla famiglia SudTrek, che mi ha scritto di tutto, siete una parte ferma della mia vita… ed è per questo io darò l’anima per questa disarmante banda di pazzi!

Grazie a Salvatore Cordiano di GioiaSport che veramente mi ha fatto capire ancora una volta il significato dell’Amicizia.

Grazie per la vicinanza e l’affetto al mio CAI Castrovillari.

Grazie a tutti quelli che hanno avuto un pensiero per me, ma soprattutto a quelli che non l’hanno avuto.

Grazie a tutte le testate giornalistiche che hanno trovato un po’ di spazio per questa mia avventura.

Grazie dal profondo del mio cuore a Monica, mia Moglie, e alle mie tre vette più importanti, Francesca, Marianna e Lorenza… proprio a loro tre vorrei ricordare di vivere per realizzare i propri sogni evitando i muri di pochezza, evitarli a tutti i costi anche quando parte di quel muro lo sarò io.

Grazie al mio grande Amico Pancha per essere stato una guida impeccabile ed avermi dato l’onore di poter conoscere e vivere la sua Meravigliosa Famiglia.

Chiudo con un addio ad una persona bella, una persona cara, una persona buona, una persona gentile, una persona che ho avuto l’onore di avere come amico… Addio Gigante Dal Cuore Grande… continuerai ad esserci sempre in ogni mio Diversi Sentieri.. Ciao Rinaldo

Un Abbraccio Grande e … tornerò sull’Himalaya nel 2019. Promesso!!!

0

Post a comment